Quando si sceglie una pianta per il giardino o il terrazzo è fondamentale sceglierla anche in funzione dell’esposizione che abbiamo a disposizione nel luogo dove verrà piantata.

Quello che si legge nelle descrizioni delle esigenze di esposizione delle varie piante è: adatta al sole, a mezz’ombra, ombra, ma in pratica che cosa significa?

Ecco le risposte!

Sole: se una pianta è da sole vuol dire che necessita, per crescere al pieno delle sue possibilità, di stare al sole tutto il giorno.

Mezz’ombra: tecnicamente significa che le piante in questione preferiscono una esposizione al sole di solo mezza giornata, quindi o al mattino o al pomeriggio. Le piante da mezz’ombra non amano il sole cocente quindi bisogna evitare che siano esposte al sole del mezzogiorno estivo, quello più forte. Se però sono piante che amano anche il clima fresco sarà meglio fare in modo che abbiano il sole della mattina che illumina ma scalda meno di quello del pomeriggio.

Di solito sia le piante da mezz’ombra che quelle da ombra tollerano bene la posizione in pieno sole invernale, quando le ore di sole sono poche e i raggi solari tiepidi.

Ombra: le piante da ombra non amano i raggi del sole, in particolare quelli cocenti estivi che possono causare scottature delle foglie e spesso anche perdita del loro colore.

Questo però non vuol dire che sono piante che possono vivere in condizioni di mancanza di luce, quindi, anche quando si parla di ombra bisogna valutare quanta luminosità possiamo garantire alle nostre piante. L’ombra, infatti, non è tutta uguale, quella che abbiamo sotto i Faggi o i Cedri è normalmente molto fitta e sono decisamente scarse le possibilità di far crescere qualcosa sotto le loro fronde, ameno che non si abbia un’impalcatura di rami molto alta e arrivi luce riflessa, al contrario quella di piante con chioma leggera, come ad esempio le Betulle, permettono alla luce di penetrare e offrono alle piante da ombra la giusta luminosità.