La Peperomia polybotrya e la Pilea peperomioides (il nome della specie, non per niente, significa: simile alla Peperomia) sono spesso confuse l’una con l’altra a causa del loro aspetto apparentemente simile al punto da essere chiamate comunemente, a volte, anche con lo stesso nome di “pianta delle monete cinesi”.

In realtà sono molto diverse tra loro, la P. polybotrya è una pianta originaria dell’America meridionale mentre la Pilea è originaria della Cina, la prima fa parte della famiglia delle Piperaceae mentre la seconda appartiene alla famiglia delle Urticaceae.

Come distinguerle a colpo d’occhio? Non è difficile le differenze sono molte ma la più eclatante e facile da osservare è la forma della foglia. Nella Peperomia polybotrya le foglie hanno una graziosa forma a cuore che ricorda quella di una goccia tant’è che gli inglesi la chiamano Peperomia “Raindrop” cioè “goccia di pioggia”, la Pilea peperomioides, invece ha foglie tonde senza la caratteristica punta della Peperomia è infatti chiamata “pianta delle monete cinesi”.

A sinistra Peperomia polybotrya, a destra Pilea peperomioides
A sinistra Peperomia polybotrya, a destra Pilea peperomioides

Ma vediamo le altre differenze:

Peperomia polybotrya   

Pianta perenne sempreverde 

  • Foglie carnose verde brillante e lucide sopra, verde pallido sotto a forma di goccia
  • Fusti eretti, carnosi e lisci poco o per nulla lignificati e poco ramificati
  • Dimensioni: altezza fino a 30-40cm
  • Fiori minuscoli insignificanti raccolti in una spiga bianca sulle cime degli steli tipici delle Peperomie. 

Pilea peperomioides

Pianta perenne sempreverde

  • Foglie carnose rotonde verde scuro peltate (con picciolo più o meno inserito nel mezzo del lembo a forma di scudo, come ad es. quelle dei Nasturzi) con un picciolo lungo fino a 10 cm, a volte più
  • Fusto dritto leggermente lignificato alla base 
  • Dimensioni: altezza fino a 30 o più
  • Fiori piccoli verde pallido a volte sfumati di rosa portati da un’infiorescenza composta da piccoli racemi di fiori