Quello del Philadelphus è un genere di arbusti molto diffuso tra l’Europa orientale, Himalaya, Asia orientale e perfino America, che annovera circa 40 specie.

La specie autoctona è il P. coronarius, verso l’inizio dell’estate fiorisce con fiori semplici ma molto profumati di colore bianco-crema.

Fiori di Philadelphus coronarius
Fiori di Philadelphus coronarius

Chiamato volgarmente Fior dell’angelo o Fior d’arancio per il suo profumo simile a quello delle Zagare, nei giardini viene utilizzato un ibrido di origine orticola, proveniente dal Nord America, molto vigoroso, il P. x virginalis preferito rispetto alla specie autoctona perché produce fiori doppi e più grandi anche se la profumazione è leggermente inferiore.

E’ un arbusto rustico e caducifoglia che può essere coltivato in qualsiasi terreno anche poco fertile, ama posizioni soleggiate dove fiorisce meglio e dove si percepisce più intenso il profumo grazie al calore del sole che fa evaporare i terpeni (oli essenziali) che danno il profumo ai fiori. Tollera anche le posizioni di mezz’ombra ed è molto resistente al freddo. Facile quindi da coltivare fiorisce su corti rametti dell’anno laterali portati da rami di almeno un anno di età.

Può arrivare a dimensioni impegnative, fino a oltre 3m di altezza e almeno altrettanto in larghezza.

Può essere utilizzato come elemento unico o in gruppo o associato ad altri arbusti con portamento simile come ad esempio la Kolkwitzia amabilis, Deutzia scabra o Weigela florida. Interessante l’uso per la formazione di siepi informali.

Fioritura: maggio – giugno 

Caducifoglia

Grande arbusto che con il tempo assume portamento arrotondato con rami ricadenti

Il Philadelphus è un arbusto dalla forma arrotondata
Il Philadelphus è un arbusto dalla forma arrotondata

Giovani rami inizialmente eretti, si piegano con il peso della vegetazione e della fioritura, da giovani lisci o leggermente pelosi

Corteccia molto simile a quella della Deutzia, ma non si stacca in foglietti sui rami maturi

Foglie opposte ovali con radi denti, con breve punta, margine ciliato, vellutate lungo le nervature della pagina inferiore; masticate hanno sapore di cetriolo

Fiori grandi, gradevolmente profumati, bianchi in racemi portati da corti rametti secondari su rami di almeno un anno

Frutti circondati da 4 sepali molto evidenti e resto del pistillo al centro

Frutto di Philadelphus
Frutto di Philadelphus