Conosciuta come Sofora, il nome più corretto e attualmente utilizzato dai botanici è Styphnolobium japonicum (si legge Stifnolobium). Grande albero con una splendida fioritura bianca estiva.

E’ una caducifoglia e in inverno si può riconoscere dai frutti che restano appesi ai rami o si trovano ai piedi della pianta. Si tratta di legumi che contengono semi globosi intervallati da strozzature. In estate sono verdi e molto acquosi in inverno bruni e secchi. La corteccia è rugosa e screpolata, di colore marrone chiaro.

Frutti di Sophora japonica
Frutti di Sophora japonica

In estate ha foglie alterne, composte imparipennate con 7-13 foglioline ovali con apice appuntito e margine liscio. Assomigliano molto a quelle della Robinia che però hanno l’apice arrotondato.

In estate ha fiori bianco-crema leggermente profumati riuniti in grappoli sulle punte dei rami.

Foglie e fiori di Sophora japonica
Foglie e fiori di Sophora japonica

Varietà ‘Pendula’: nei giardini è molto usata la varietà pendula che differisce dalla specie per alcune importanti caratteristiche: la varietà ha dimensioni nettamente minori della specie, una velocità di crescita decisamente lenta e i rami con portamento ricadente.

Le foglie sono perfettamente identiche a quelle della specie ma fiorisce molto raramente.

Sophora japonica var. "Pendula"
Sophora japonica var. Pendula