Chiamato anche “arbusto delle farfalle” grazie alla sua caratteristica di attirare questi graziosi lepidotteri, è una pianta dalla forma arrotondata, i suoi lunghi rami nuovi si piegano in estate per il peso dei fiori. Alto al massimo 3m si allarga però molto di più, può arrivare a diametri di 4 o 5 metri.

Pianta robusta da pieno sole predilige terreni poveri e sassosi dove prospera con successo.

La fioritura continua da luglio a settembre la rende preziosa per l’arredo di giardini.

Può essere usata da sola, in gruppo con le diverse varietà dagli svariati colori dei fiori (bianco, numerose tonalità di viola, porpora ecc.), oppure insieme ad altri arbusti. Non è adatta ad essere allevata ad alberello.

E’ quindi una pianta preziosa ma è nell’elenco delle piante infestanti, non va quindi usata in ambiti naturali data la sua predisposizione a “scappare” dai giardini.

Caducifoglia

Fioritura luglio – settembre

Arbusto di medie dimensioni con lunghi rami eretti che col peso della vegetazione e della fioritura diventano ricadenti, dando alla pianta un aspetto arrotondato

Corteccia nelle parti più vecchie chiara e fessurata longitudinalmente

corteccia di buddleja
Corteccia di Buddleja

Rami giovani lunghi e arcuati con infiorescenze all’apice che persistono disseccate anche d’inverno

ramo di buddleja
Ramo di Buddleja con infiorescenza secca

Foglie opposte lanceolate, appuntite, con margine finemente dentato e pagine inferiori bianco-grigio a causa di una fitta lanugine

Anche in inverno piccole foglie di colore grigio chiaro lanuginose

giovani foglie di buddleja
Giovani foglie di Buddleja

Fiori piccolissimi, tubiformi, con corolla a 4 petali aperti, raccolti in lunghe spighe sulle punte del ramo dell’anno, di colore azzurro-lavanda

Infiorescenze di Buddleja
Infiorescenze di Buddleja