Capita spesso di avere in giardino uno scorcio da arredare con piante di dimensione intermedia in modo che possano essere collegamento visivo tra il prato perfettamente orizzontale e lo sfondo in verticale formato da piante di media grandezza. Ecco un’idea da copiare!

È un gruppo misto che può essere gradevolmente utilizzato anche come “schermo” visivo al posto di quelle orrende siepi di sempreverdi (Lauroceraso e Photinia) che di solito circondano i giardini.

Proponiamo qui una gradevole combinazione di piante che hanno le stesse esigenze agronomiche e di esposizione: terreno di medio impasto, meglio se arricchito da sostanza organica che trattiene l’umidità, ambiente fresco ed esposizione a mezz’ombra

L’ Hydrangea quercifolia “Snow flake” sullo sfondo, insieme a un Acer palmatum “Dissectum Viridis” si accordano piacevolmente con ampi gruppi di Hosta hybrida “Summer Fragrance” posizionati qua e là come se fossero arrivati spontaneamente a coprire gli spazi rimasti. 

Colori in perfetta armonia, il bianco della variegatura della Hosta e della fioritura dell’Hydrangea, e il verde brillante dell’Acero rischiarano l’insieme quando manca il sole diretto. 

In autunno le foglie dell’Acer palmatum “Dissectum Viridis” vireranno verso tonalità comprese tra il giallo oro e l’arancio caldo combinandosi perfettamente con il porpora-bordeaux delle foglie dell’Hydrangea quercifolia e il giallo-oro delle Hosta.

Sono tutte piante a foglia caduca, ma in inverno la mancanza visiva delle Hosta non si noterà: la forma particolare dei rami dell’Acero e le cortecce dell’Hydrangea che si sfogliano lasciando intravedere il color arancio sottostante, attireranno lo sguardo di chi osserverà questo gruppo.

Le piante utilizzate

Hydrangea quercifolia “Snow flake”

Un’Hydrangea di origine americana – mediamente può arrivare anche a 3m un’altezza – ha foglie lobate che richiamano la forma di quelle delle Querce, da cui la specie prende il nome, fiorisce normalmente a giugno o più tardi a seconda del clima e della posizione. 

Se posizionata in pieno sole fiorisce meglio e di più ma richiede umidità nel terreno e irrigazioni frequenti nel periodo estivo, soprattutto se molto caldo e siccitoso anche se è meno esigente della H. macrophylla. Adatta a qualsiasi tipo di terreno e resistente al freddo.

La varietà “Snow flake” presenta infiorescenze più lunghe e a più petali (in realtà sono sepali) della specie. La fioritura inizia con una colorazione bianco-verde che poi vira al bianco puro e con il proseguire dell’estate comincia ad assumere tonalità rosate che si trasformano nel tempo in una colorazione vistosamente rosa-antico.

Acer palmatum “Dissectum Viridis”

Da segnalare:
Uno degli aceri più diffusi, ha portamento ricadente, cresce fino a circa 2 m di altezza o poco più, sempre in funzione delle condizioni ambientali, ma tende ad allargarsi più che ad alzarsi. Ha foglie palmate intensamente lobate, al punto di sembrare una foglia composta, finemente seghettate.

Come succede per molti aceri giapponesi è sensibile alle scottature solari, quindi se lo usate in terrazzo è meglio utilizzarlo in posizioni in cui non prende direttamente il sole del mezzogiorno in estate.

Resistente al freddo, è pianta rustica, cresce bene in tutti i terreni, meglio se freschi, ma non tollera i terreni alcalini (pH massimo 7).

Hosta hybrida “Summer Fragrance”

Pianta erbacea perenne, ha un ampio fogliame verde chiaro con marginatura bianca e interno chiaro che può virare al color verde-crema. Fiorisce in estate con un fiore lilla che svetta sopra alle foglie.

Ama terreni freschi, umidi, ricchi di sostanza organica e posizioni di ombra e mezz’ombra anche se fiorisce meglio in posizioni leggermente soleggiate. La sua altezza massima è intorno ai 50-70cm.

Attenzione… è una pianta amata dalle limacce che riescono a decimarla quindi proteggetela se ne avete in giardino.

In alternativa

In alternativa alla Hydrangea quercifolia “Snow flake” possono essere utilizzate tutte la altre Hydrangea, meglio le H. paniculata, ma a mio parere la migliore potrebbe essere una Hydrangea a fiore lacecap (fiore piatto con fiori fertili centrali circondati da un anello di fiori sterili) come ad esempio una varietà di Hydrangea aspera.

Al posto dell’Acer palmatum “Dissectum Viridis” si potrebbe scegliere una qualsiasi altra varietà a crescita lenta, come ad esempio l’Acer reticulatum con fogliame chiaro; escluderei quelli a fogliame porpora, troppo scuri per una simile posizione.

Se non amate le Hosta o avete troppe limacce contro cui combattere, potreste sostituirla con Geranium “Johnson’s blue” o con G. rozanne, molto simili tra loro e perfettamente adatti alle condizioni ambientali, hanno il vantaggio di essere semi-sempreverdi se gli inverni non saranno troppo freddi.

Il colore azzurro-blu (un colore freddo) si adatterà benissimo ai colori già presenti dell’Acero e dell’Hydrangea.