Si sta diffondendo una pessima abitudine, quella di potare le piante in autunno e soprattutto prima che perdano le foglie: vediamo perché questa pratica è dannosa e perché in autunno non si deve potare. 

E’ decisamente folle potare prima che le piante perdano le foglie poiché in questo modo impediamo che possano recuperare tutte le sostanze utili che ancora si trovano al loro interno e che, in questo modo, vanno irrimediabilmente perse.

Già la potatura in sé è una pratica che non giova alla salute delle piante e ogni volta che si interviene con tagli bisogna avere un buon motivo per farlo e, soprattutto, sapere quale sarà la risposta vegetativa che si otterrà con quel taglio, ma potare in autunno è ancor più dannoso.

Con la potatura facciamo ferite dalle quali possono entrare le spore dei funghi; questo, infatti, è il loro periodo di riproduzione quindi l’aria è carica di spore (i loro semi, passatemi la similitudine) ed è umida, condizione ideale per la loro germinazione. Tra i funghi che si riproducono in questo periodo vi sono anche quelli che provocano carie nelle piante quindi con le potature di fatto ne favoriamo l’attacco. Le spore sono pronte a depositarsi sui tagli appena fatti, si rischia quindi che il legno venga colonizzato e che nel tempo, magari anche una decina d’anni, ci si ritrovi con rami o fusti morti o cariati e quindi pericolosi.

I primi funghi colonizzatori delle ferite ancora fresche utilizzano le sostanze più semplici contenute nelle cellule legnose (es. Aspergillus, Botrytis, Penicillium, ecc.) questi funghi aprono la strada ad attacchi di altri funghi, quelli cariogeni, che vanno in profondità nutrendosi del legno. 

 L’infestazione è immediata e non ha senso usare mastici che proteggono le spore invece di proteggere le ferite, non lo affermo io ma diverse ricerche scientifiche ne hanno dimostrato l’inefficacia.

Ed ora ecco un ultimo motivo ma non meno importante: perché perdersi quel meraviglioso colore fogliare che va dal giallo oro all’arancio caldo, al rosso e al bordeaux (il famoso “foliage“) che rallegra i nostri giardini in questa stagione? C’è chi organizza viaggi per andare a godere di questo meraviglioso spettacolo e voi volete privarvene?