Foglia semplice

Negli alberi e negli arbusti la foglia semplice è formata da una lamina fogliare costituita da una pagina superiore e una inferiore, sulle quali si distinguono le nervature principali e secondarie, e da un picciolo con una guaina, struttura che collega il ramo con il picciolo della foglia e spesso avvolge il ramo.

Naturalmente esistono sempre delle eccezioni e quindi possiamo avere foglie prive di picciolo (sessili) o con un picciolo cortissimo (sub sessili) ma quasi sempre vi è una guaina.

Riportiamo un sunto molto semplificato dei principali tipi di foglie semplici che devono il loro nome in funzione della forma e della divisione della pagina fogliare e della forma della base della lamina fogliare:

  1. Ovale (ovata, obovata, ellittica)
  2. Lanceolata
  3. Triangolare
  4. Palmata
  5. Lobata
  6. Cordata
  7. Tronca
  8. Rotonda
  9. Aghiforme
  10. A squama
Foglia semplice palmata
Foglia semplice palmata

Foglia composta

Negli alberi e arbusti una foglia si definisce composta quando è formata da lamine fogliari separate.

Anche nella foglia composta, come in quella semplice, abbiamo un picciolo con una guaina che la collega al ramo e spesso lo avvolge.

Se il picciolo prosegue con una struttura chiamata “rachide” sulla quale sono inserite le foglioline a destra e a sinistra la foglia viene chiamata composta pennata, se è presente una fogliolina terminale si definisce “imparipennata” altrimenti viene chiamata “paripennata“.

Le foglie composte pennate si definiscono “bipennate” o “tripennate” quando le foglioline sono a loro volta pennate.

Foglia bipennata
Foglia bipennata

Se le foglioline non sono inserite su un rachide ma in uno stesso punto alla fine del picciolo si definiscono palmato-composte o digitate.

Le foglie laterali delle foglie composte vengono sempre chiamate “foglioline” anche se sono grandi per non fare confusione con la foglia semplice.