E’ una famiglia di numerose piante da fiore originarie prevalentemente dell’America tropicale.

Fanno parte di questa famiglia anche le Tillandsia e come loro, molte sono epifite, cioè crescono sulla corteccia di un albero e assorbono umidità e sostanze nutritive dall’aria, dalla pioggia, o da detriti che si accumulano intorno, altre invece vivono in terra come ad esempio l’Ananas

Molte Bromeliaceae , come le Tillandsie, sono piante epifite
Molte Bromeliaceae , come le Tillandsie, sono piante epifite

Molte bromeliacee sono in grado di immagazzinare l’acqua piovana all’interno di una struttura costituita dalle foglie strettamente sovrapposte che creano un piccolo contenitore impermeabile al centro della rosetta delle foglie.

Vengono utilizzate come piante da interno perché sono facili da coltivare, non richiedono livelli di umidità troppo elevati, la loro fioritura dura molto, sono molto colorate e quindi a lungo decorative. 

Con le loro forme particolari sia delle foglie che dei fiori, i colori accesi delle fioriture, rallegrano l’ambiente e quindi sono molto appezzate.

Dalla rosetta centrale di foglie al momento della fioritura si innalza lo stelo con piccoli fiori che generalmente è avvolto in foglie modificate (brattee) colorate in modo vario e molto appariscenti.

La fioritura dura a lungo e la pianta fiorita è destinata a morire dopo la fioritura che è unica e irripetibile nella vita di queste piante, ma molto spesso alla base si formano nuovi getti che la sostituiscono.

Gestione

Sono piante che amano la luce ma non il sole diretto, vanno tenute a temperature intorno ai 20° /23°C e non sopportano temperature inferiori a 10°C.

Hanno un apparato radicale di piccole dimensioni e quindi di conseguenza il vaso non dovrebbe essere molto ampio ma possono essere piante grandi e pesanti pertanto se la tenete in un piccolo vaso rischiano di non reggersi in piedi soprattutto se il vaso è di plastica e quindi anche leggero. Meglio perciò rinvasarla in un vaso in coccio, più pesante, che avrà anche il compito di evaporare all’esterno eventuali eccessi di umidità dato che non tollerano ristagni d’acqua.

Per il rinvaso utilizzate un terriccio universale ma molto grossolano e drenante. 

Irrigazione

Il terriccio va mantenuto solo appena umido e l’irrigazione si fa mettendo acqua distillata o piovana nella rosetta centrale della pianta. E’ utile anche nebulizzare le foglie ogni tanto ma sempre con acqua distillata o piovana.

Concimazione

Potete concimare con un concime liquido per piante verdi sempre diluito in acqua distillata o piovana e inserirlo nella coppa centrale. Basteranno un paio di concimazioni, una in primavera e una in estate.

Le più diffuse Bromeliaceae in commercio fanno parte del Genere Aechmea (A. Chantinii, A. fasciata) Bilbergia (B. nutans) Cryptanthus (C. bivittatus, C. fosterianus, C. zonatus) Guzmania (G. lingulata) Neoregelia (N. carolinae) e Vriesea (V. splendens).

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina.