Vi sarà certamente capitato di leggere, in qualche articolo, che, quando si rinvasa una pianta da interno, è bene utilizzare un nuovo vaso non troppo grande perché le piante, altrimenti, si mettono a produrre radici a scapito dell’accrescimento della chioma, o che le radici si sviluppano in modo irregolare.

Niente di più falso! Nelle piante l’apparato radicale è sempre in stretta proporzione con la parte vegetativa esterna, in pratica man mano che cresce la chioma delle piante si sviluppa una corrispondente quantità di radici, e viceversa; le radici, inoltre, si sviluppano e si spostano nel terreno attirate dall’umidità e dalla presenza di aria. Basterà, quindi, bagnare con regolarità il vaso e utilizzare del buon terriccio universale per avere un ottimo risultato.

Quindi la dimensione del nuovo vaso non influisce minimamente sulla crescita della pianta, e se non fosse così, quando trapiantiamo una pianta in giardino si dovrebbe assistere ad una enorme crescita radicale con scarsa produzione di vegetazione! Mai visto!

Quindi quanto deve essere grande il vaso? Tanto quanto vi pare, la scelta ha solo un limite di carattere estetico, non è molto bello, infatti, vedere una piccola pianta in un enorme vaso!