Cineraria

Comunemente chiamata Cineraria è una Perycallis x ibrida, viene venduta già in fiore e la sua fioritura dura circa tre – quattro settimane. Ha una dimensione importante (50x60cm) e la si acquista con la dimensione già definitiva. Ha foglie frastagliate, verde bottiglia; fiori a margherita, grandi, con colori vari a seconda della varietà: bianco, rosa, rosso, blu e viola.

cineraria
Cineraria

Bellis perennis ‘Pon Pon’

Una varietà della più comune Pratolina, la margheritina che illumina i prati a primavera con le sue piccole stelline bianche.

Le varietà coltivate da utilizzare nelle aiuole o nei vasi sul terrazzo hanno fiori con molti petali e una varietà di colori che dal bianco puro vanno, in nuance, fino al rosso porpora. La sua dimensione è quella della pianta nel momento dell’acquisto (15-20cm).  La fioritura comincia febbraio/marzo e procede fino a quando non fa troppo caldo, a volte anche per tutto aprile. Finita la fioritura potete trapiantarle sotto gli arbusti caducifoglia e le ritroverete fiorite l’anno successivo.

Bellis perennis 'PonPon'
Bellis perennis ‘PonPon’

Primula

La Primula vulgaris, questo è il suo nome scientifico, compare fiorita nei campi già a febbraio e si fa notare per la sgargiante fioritura gialla. I vivaisti, nel tempo, hanno selezionato numerosissime varietà con tantissimi colori diversi: bianco, blu, viola, lilla, rosso e anche con fiori screziati. La fioritura delle primule purtroppo è effimera e non dura più di un mese. Quando l’acquistate ha già la dimensione definitiva (15-20cm). Anche le primule, una volta terminata la fioritura, possono essere trapiantate sotto gli arbusti caducifoglia e le ritroverete fiorite nei prossimi anni.

Primula vulgaris
Primula vulgaris

Non ti scordar di me

Myosotis arvensis è il suo nome scientifico, mentre il nome comune sarebbe legato ad una leggenda germanica che racconta che mentre Dio stava dando un nome alle piante, una di esse gridò: ‘’non ti scordar di me!’’ e Dio quindi rispose: questo sarà il tuo nome!’’.

E’ una piccola pianta ma dalla fioritura prolungata e abbondante, molto interessante da usare come sfondo per fiori più alti o bulbose come i tulipani. Una volta trapiantata aumenterà la sua dimensione quindi fornitele uno spazio un po’ più ampio di quello che occupa al momento dell’acquisto. Produce molti semi e a volte nel tempo può diventare infestante.

Dalla pianta spontanea che cresce selvatica nei prati o nei boschi di caducifoglie di colore azzurro, sono state selezionate delle cultivar con fiori bianchi e rosa.

Bordura con Myosotis
Bordo con Myosotis

Viola del pensiero

Viola wittrockiana è un ibrido ornamentale, ottenuto dall’incrocio tra la specie selvatica (Viola tricolor) Anche se a volte viene chiamata Viola tricolor hortensis.

Viola con occhio
Viola con occhio

Le piante in commercio sono tutte ibridi derivanti da incroci tra le diverse specie e tra i diversi ibridi, per questo motivo vi è una grande disponibilità di colori sia con la tipica macchia scura alla base del petalo (detto ‘’occhio’’) sia prive. La fioritura è lunga si possono trapiantare anche in autunno e, in questo caso, fioriranno, se le temperature si mantengono al di sopra di 0°C, fino ai primi caldi intensi di maggio. Si acquista in vasetti di 10cm di diametro ma la pianta crescerà fino ad occupare 20-30 cm di diametro.
Viola hybrida, molto simile alla precedente ha fiori più piccoli e forma cuscini di 30-40cm di diametro completamente ricoperti di fiorellini. Anche in questo caso i colori sono svariati.

Viola hybrida
Viola hybrida