Il bulbo è un brevissimo fusto sotterraneo che ha una gemma protetta da foglie carnose modificate, sovrapposte. Sono succose e ricche di sostanze di riserva quelle più interne, e secche e con funzione protettiva quelle più esterne, che permettono il superamento di condizioni climatico-ambientali sfavorevoli come freddo o siccità ecc… 

E’ un organo di propagazione vegetativa, un metodo di riproduzione che non coinvolgendo gli organi sessuali (riproduzione asessuata) porta alla formazione di un individuo perfettamente uguale (geneticamente identico, un clone) all’individuo che l’ha generato.

Questo metodo permette alle piante di propagarsi velocemente grazie alla semplicità del sistema che non coinvolge insetti o altri meccanismi complessi che sono legati alla riproduzione sessuata. 

Alla base del bulbo si formano le radici, mentre dalla punta si sviluppa un insieme di foglie con steli fiorali.

Alcune bulbose sono note come piante commestibili, la Cipolla e l’Aglio ad esempio, ma nei giardini e terrazzi si utilizzano bulbose ornamentali che rappresentano una grande risorsa per aggiungere colore e profumo al giardino.

Le bulbose fioriscono solo per una stagione e quindi si dividono in bulbose a fioritura primaverile (Tulipani, Giacinti, Narcisi ecc.), estiva (Gigli, Crocosmia ecc.)  e autunnale (Anemone, Colchico ecc.).

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina.